.: Home Page : Articolo : Stampa
La Fine di un Sogno
Di Silgmaris Silgmaris (del 25/01/2008, in Crazy Italy, letto 8004 volte)
Suona facile dirlo così, ma l'avevo predetto.
Non appena Clemente Mastella fu fatto Ministro della Giustizia avevo previsto che il governo, prima o poi, sarebbe caduto per mano sua... e così è stato.
E' vero, un sogno è finito: non tanto il sogno di avere Romano Prodi quale Presidente del Consiglio, ma almeno avere un vacuo Centro-Sinistra al governo. Ho sempre sostenuto che è meglio avere un governo che fa poco e niente (come quasi sempre è con il Centro-Sinistra al governo) piuttosto che un governo istituzionalmente pericoloso come il Centro-Destra.
Ora c'è il consistente rischio che il Centro-Destra torni al potere, non tanto per il mal operato di questo governo, di cui sostengo ancora ogni scelta fatta e grazie al quale ho piacevolmente notato miglioramenti, ma per la defezione di voti portati dall'enigmatico UDEUR.
E' vero, in questo momento il Centro-Sinistra è in minoranza ed è quindi giustissimo che si vada alle urne ma l'assurdità è che ci si vada con questo sistema elettorale fatto coi piedi in fretta e furia, creato ad hoc dal passato governo senza che facesse parte del suo programma elettorale. Per quanto potrà anche vincere il Centro-Destra alle prossime elezioni ci ritroveremo con un governo nella stessa situazione attuale: forte in Camera, debole in Senato. Debole soprattutto perche' se i Senatori a vita si manterranno in tendenza sinistroide sarà ancora più debole dell'attuale. L'assurdo però è che un governo debba cadere perche' un indagato non ha avuto l'appoggio della sua coalizione. Insomma, nel Centro-Destra è abitudine avere indagati appoggiati (ce li hanno tutti i partiti del Centro-Destra, compresi condannati in via definitiva!). Nel Centro-Sinistra invece troviamo ancora dei partiti che non accettano come normalità un indagato al governo.
Ora mi chiedo... ma se dovessimo andare alle elezioni, vincesse il Centro-Destra con un altrettanto risicato margine: erano 22mila voti in meno, se fossero 44mila in più delle passate ci ritroveremmo nella stessa situazione attuale. Però aggiungeremo il dubbio dei senatori a vita che per ora hanno quasi sempre votato con la sinistra... come la mettiamo? Cosa avremmo cambiato?

Niente come al solito.

Ma la soluzione non c'è, non l'abbiamo. Le uniche riforme che la gente comune come me vorrebbe da sempre, sono le uniche che nessun governo che preveda il Centro tra le sue fila riesce a mettere in pratica.
Voglio che nessun condannato venga stipendiato da me!
...ed ora aggiungo che vorrei che nessuno che si dimette da un governo possa ricandidarsi, almeno per una legistratura.