.: Home Page : Articolo : Stampa
Il Nuovo Oppio del Popolo si Rivolta
Di Silgmaris Silgmaris (del 12/11/2007, in Crazy Italy, letto 28415 volte)
Un giovane tifoso è stato ucciso, chissà che differenza fa se è un giovane lavoratore, un giovane poliziotto oppure un giovane e basta. La differenza la fa, eccome, anche se accade a chilometri di distanza dallo stadio; ad anni luce dallo sport. Ieri pomeriggio è stato ucciso per errore un ragazzo, tifoso della Lazio mentre si stava recando allo stadio per assistere alla partita della sera. E' stato ucciso da un poliziotto che voleva sedare una rissa da una trentina di metri di distanza sparando colpi in aria (???).
A parte il chiedermi a che razza di gente consegnamo delle armi e l'attestato di portatore di giustizia, ci sta che si possa sbagliare. Un colpo può sempre partire per errore. Durante il mio militare, nella mia caserma sono partiti due colpi per errore. Da due deficienti, tutti noi militari non avremmo mai dato un'arma carica in mano a quei due tizi: i tenenti e i capitani si, ed uno dei tenenti si è visto il proiettile infilarsi ad una spanna dal suo piede.
Ma i miei pensieri vanno al di là di questo tragico evento per cui possiamo colpevolizzare l'inettitudine di un agente armato ma per cui possiamo fermarci ad un cattivo giudizio sulla scheda di valutazione.
Il mio pensiero va all'assurdità accaduta dopo.
Centinaia di tifosi, sparsi in tutta Italia, Roma e Milano soprattutto, che mettono a soqquadro le città, assaltando centrali di polizia. Centinaia di giovani tifosi, che forse sono anche giovani lavoratori o giovani studenti o ancora giovani padri di famiglia. Per fare la rivoluzione in Italia deve esserci di mezzo il nuovo Oppio del Popolo: qualsiasi altro evento, catastrofico che sia, non sarà mai in grado di scatenare le ire di questo popolo di giovani tifosi quanto quello accaduto ieri.
Come puoi valutare tutto ciò?
Una manifestazione di tale violenza, in qualsiasi altra occasione, sarebbe stata oppressa con la forza, con il fermo di ognuno di quei giovani, con inchieste e diatribe politiche per giorni e giorni.
Ieri sera invece si parlava di sport? Di giovani tifosi? Si valutava un buon operato delle Forze dell'Ordine nel non agire?

Tutti in galera a spaccar le pietre questi giovani tifosi!

Ho molto più rispetto di chi manifesta per ideali politici o religiosi, di chi promuove sommosse popolari per libertà e giustizia... ma non posso aver rispetto per chi, nell'ignoranza degli eventi, fa lo stesso... per cosa?
Per un tragico errore o per il calcio?