.: Home Page : Articolo : Stampa
Aldrovandi, finalmente un briciolo di giustizia
Di Silgmaris Silgmaris (del 30/01/2013, in Storie Nascoste, letto 7412 volte)
Quando scrissi per la prima volta di Aldrovandi era ancora una "storia nascosta", oggi per fortuna non e' piu' cosi'. Qualcosa e' cambiato. Poco ma meglio di nulla. E' infatti notizia di questi giorni che un briciolo di giustizia e' stata data a questo povero ragazzo.
Quindi e' carcere per Paolo Forlani, Monica Segatto e Luca Pollastri, tre dei quattro poliziotti condannati in via definitiva a tre anni e sei mesi per l'uccisione di Federico Aldrovandi, il 18enne morto nell'ormai lontano 2005 a Ferrara in un controllo di polizia. Lo ha deciso il Tribunale di sorveglianza di Bologna. Il pg Miranda Bambace aveva chiesto il carcere. I difensori avevano chiesto l'affidamento in prova ai servizi sociali, per il periodo di sei mesi, e in subordine i domiciliari. Sei mesi sono il residuo della condanna a tre anni e sei mesi per eccesso colposo nell'omicidio colposo, visto che tre anni sono coperti dall'indulto. Il 26 febbraio si discutera' del quarto poliziotto condannato, Enzo Pontani, rinviato per un vizio di notifica.
E' poco, davvero poco se paragonato ai sette anni inflitti a Corona me cause senz'altro piu' futili; e' niente se pensiamo che dei tutori della legge hanno pestato a morte un ragazzo. Ma e' un briciolo di consolazione sapere che i nomi di questi quattro delinquenti rimarranno nella memoria del web, nelle memorie degli addetti ai lavoro, come i colpevoli della morte di quel ragazzo.
Un abbraccio alla famiglia di Federico, alla madre.