.: Home Page : Articolo : Stampa
I Criteri di FreedomHouse
Di Silgmaris Silgmaris (del 03/11/2009, in Crazy Italy, letto 26463 volte)
La Libertà di Stampa è diventata argomento dell'ultimo periodo in Italia anche se è in atto il tentativo di passare oltre parlando dell'Influenza Suina e, per non dimenticarci della nostra parziale libertà vorrei proporre un piccolo questionario.
Qualche giorno fa ho citato Reporters Sans Frontieres che ha posizionato l'Italia al 49esimo posto nella sua classifica mondiale. Oggi invece rivolgo il mio sguardo alla classifica redatta da Freedomhouse (associazione creata dalla moglie del Presidente Roosvelt) che ha posizionato l'Italia al 73esimo posto.
FreedomHouse opera sull'analisi della Libertà di Stampa nel mondo più o meno dallo stesso periodo di Reporters Sans Frontieres e, anche se con criteri e punteggi diversi, l'oscillazione italiana nella loro classifica è sempre stata proporzionale. Questa associazione usa un criterio piuttosto semplice: formula 23 domande a cui rispondere con un punteggio variabile permettendo il raggiungimento di 100 punti finali se la Libertà di Stampa è inesistente oppure rimanendo a zero se il concetto di Libertà di Stampa è applicato in ogni sua forma.
Le domande sono divise in tre principali gruppi: Settore Giuridico, Settore Politico e il Settore Economico.
Provate a dare un punteggio anche voi rispondendo alle domande e commentate riportando il vostro risultato.

SETTORE GIURIDICO

1. La Costituzione e le altre leggi di base contengono disposizioni atte a tutelare la libertà di stampa e di espressione, e sono applicate? (da 0 a 6 punti)
2. Il codice penale, le leggi di sicurezza e le altre leggi apportano restrizioni al giornalismo, e i giornalisti sono puniti in base a queste leggi? (da 0 a 6 punti)
3. Ci sono sanzioni per diffamazione di ufficiali o dello stato, e sono applicate? (da 0 a 3 punti)
4. Il sistema giudiziario è indipendente e i tribunali giudicano i casi riguardanti i media in maniera imparziale? (da 0 a 3 punti)
5. La libertà di informazione è una normativa in vigore e i giornalisti possono farne uso? (da 0 a 2 punti)
6. Individui o entità commerciali possono istituire legalmente e operare con media privati senza indebite interferenze? (da 0 a 4 punti)
7. Gli organismi di regolamentazione dei media possono operare liberamente e autonomamente? (da 0 a 2 punti)
8. C'è la libertà di diventare giornalista o di praticare giornalismo e gruppi professionali possono liberamente sostenere i diritti e gli interessi dei giornalisti? (da 0 a 4 punti)

SETTORE POLITICO

1. In che misura i media contengono notizie e informazioni determinate dal governo o dall'interesse di un particolare partito? (da 0 a 10 punti)
2. L'accesso alle fonti ufficiali o non ufficiali è generalmente controllato? (da 0 a 2 punti)
3. C'è una censura ufficiale o non ufficiale? (da 0 a 4 punti)
4. I giornalisti praticano l'autocensura? (da 0 a 4 punti)
5. Le persone hanno accesso ad una copertura mediatica che sia solida e che rifletta una diversità di punti di vista? (da 0 a 4 punti)
6. I giornalisti sia locali che stranieri sono in grado di coprire le notizie liberamente? (da 0 a 6 punti)
7. I giornalisti o i media sono soggetti a intimidazioni extragiudiziarie o a violenze fisiche dalle autorità statali o da qualsiasi altro attore? (da 0 a 10 punti)

SETTORE ECONOMICO

1. In che misura i media sono posseduti o controllati dal governo, e questo influenza la diversità di opinioni? (da 0 a 6 punti)
2. La proprietà dei media è trasparente, permettendo ai consumatori di giudicare l'imparzialità delle notizie? (da 0 a 3 punti)
3. La proprietà dei media è altamente concentrata e ciò influenza la varietà dei contenuti? (da 0 a 3 punti)
4. Ci sono restrizioni sui mezzi di produzione e distribuzione giornalistica? (da 0 a 4 punti)
5. Ci sono costi elevati connessi alla creazione e al funzionamento dei media? (da 0 a 4 punti)
6. Lo Stato o altri attori cercano di controllare i media attraverso l'assegnazione di pubblicità o di sovvenzioni? (da 0 a 3 punti)
7. I giornalisti ricevono pagamenti da fonti pubbliche o private il cui obiettivo è influenzare il loro contenuto giornalistico? (da 0 a 3 punti)
8. La situazione economica in un Paese accentua la dipendenza dei media da Stato, partiti politici, grandi imprese o altri soggetti politici influenti ai fini del finanziamento? (da 0 a 4 punti)

FreedomHouse quest'anno ha assegnato all'Italia 32 punti, io ho provato a rispondere e a quanto pare ci sono andato molto vicino perche' ho totalizzato 33 punti collocando anche io l'Italia tra i Paesi con una parziale libertà di stampa.
Voi quanto avete totalizzato?